Impianti riscaldamento a pavimento

Copia codice

Impianti di riscaldamento a pavimento

Termoexpert si occupa di manutenzione  e assistenza di impianti di Riscaldamento a Pavimento sia civili che industriali. Affidati alla nostra azienda certificata ed ai nostri tecnici specializzati per garantire sicurezza e salute del vostro impianto.

Cos’è un impianto di riscaldamento a Pavimento? Si tratta di un sistema costituito da tubazioni (nel caso di impianto ad acqua a circuito chiuso) o resistenze elettriche (nel caso di impianto elettrico), disposte sotto il pavimento ed appoggiate a pannelli isolanti. Queste emettono calore in modo uniforme dal basso verso l’alto.

Il servizio di assistenza è a disposizione per fornire qualsiasi informazione riguardo il servizio di assistenza riscaldamento a pavimento fornito da Termoexpert. Non esitare a scriverci o chiamarci per ricevere maggiori informazioni: [email protected]Chiama ora

Invia una richiesta di assistenza

Un responsabile vi contatterà per fornirvi tutte le informazioni di cui avete bisogno

Flegga per consentire la Privacy Dlgs 93/06

[bwsgooglecaptcha bwsgooglecaptcha-927]

Assistenza impianti di riscaldamento

Un alternativa alla tradizionale modalità di riscaldamento che sta tornando di moda soprattutto nelle nuove strutture. In realtà il riscaldamento a pavimento non è una novità, infatti era già in voga tra gli anni ’50 e ’70. Oggi gode di tutte le migliorie  tecnologiche che ne consentono l’utilizzo in modo più efficiente rispetto al passato.

Caratteristiche dell’impianto

Nella maggior parte di casi capita di trattare con riscaldamenti ad acqua. L’acqua viene riscaldata attraverso una caldaia (anche a pellet) o una pompa di calore, oppure  da impianti fotovoltaici o solari termici.

La caratteristica principale di un impianto di riscaldamento a pavimento ad acqua o elettrico è la distribuzione ottimale del calore in tutte le stanze.

 Come funziona?

Il principio in base a cui i pannelli riescono a trasmettere calore a tutto l’ambiente domestico è quello dell’irraggiamento. Il calore si diffonde in modo omogeneo da terra fino al soffitto. In questo maniera, il riscaldamento a pavimento supera il limite dei sistemi di riscaldamento tradizionali, cioè quello di  concentrare il calore nelle zone più vicine alla fonte di emissione invece che distribuirlo in modo omogeneo (cioè il termosifone). Avremo così una distribuzione capillare e omogenea per tutta la casa.

Accorgimenti

E’ opportuno affidare l’installazione dell’impianto  di riscaldamento a pavimento ad una ditta altamente specializzata. Un lavoro svolto in qualità avrà effetti tangibili sullo stato di conservazione dell’impianto negli anni (A volte fino a 50 anni) ed evitare scomodi episodi di danneggiamento.

Come è composto un impianto

  • Tubazioni: Rappresentano uno degli elementi più critici dell’impianto, in quanto devono presentare caratteristiche di particolare resistenza allo schiacciamento ed alla corrosione. Sono elementi che, se mancanti, ci creeranno dei grossi problemi in termini di disagi e spese di sostituzione. Normalmente, le tubature sono in polietilene o di materiali parzialmente di metallo e di plastica. Vengono posizionate sopra un pannello isolante a forma di serpentine o altro pattern che comunque consenta una occupazione uniforme dello spazio.
  • Pannello isolante: è il secondo elemento. Posto sopra la soletta, di solito presenta un disegno predefinito e alcuni incastri che facilitano la posa delle tubature. Il materiale con cui è fatto di solito è il polistirolo sagomato. A volte viene invece data la preferenza al sughero, in virtù delle sue migliori performance di isolamento acustico.
  • Foglio in PVC rigido: Viene abbinato al pannello isolante per renderlo più robusto ed impermeabile. Lo proteggerà dall’umidità.
  • Caldaia: Come detto, dovrà portare l’acqua del sistema ad una temperatura compresa tra i 30 e i 40°C.
  • Collettori: Sono in sostanza le valvole che consentono di regolare l’apertura e la chiusura del flusso d’acqua calda dalla caldaia alle tubazioni e viceversa.
  • Massetto: Si tratta di uno strato in calcestruzzo che funge da elemento riscaldante.

Differenza dall’impianto di riscaldamento elettrico a pavimento

L’impianto di riscaldamento elettrico a pavimento presenta alcune differenze da quello ad acqua. Nell’impianto elettrico vengono sostituiti i tubi per la distribuzione dell’acqua da fili elettrici grandi qualche millimetro. I cavi vengono posati direttamente sopra al massetto e subito sotto il pavimento.

Incentivi Fiscali

Grazie alla Legge di Stabilità 2016, gli utenti potranno usufruire degli incentivi fiscali previsti di recente per tutti quegli interventi effettuati sulla propria abitazione e finalizzati alla riqualificazione energetica dell’edificio.

La Legge di Stabilità del 2016 ha dato infatti conferma anche per quest’anno delle detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica. Tra queste ricade anche la realizzazione di un sistema radiante. Va ricordato che tra le opere murarie rientrano anche il massetto di copertura e le piastrelle.